Nuovo Bando per Agevolazioni

Inail Bando 2023

Entro il 21 Febbraio 2024 saranno pubblicate dall’INAIL le date di apertura e di chiusura della procedura informatica, abbastanza complessa per la verità, di compilazione e presentazione della domanda di finanziamento, relativa a progetti per le aziende in materia di sicurezza e salute sul lavoro.

Si tratta del consueto bando che ogni anno l’INAIL pubblica, dotato di un discreto ammontare di risorse, che ha lo scopo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e di sicurezza sui luoghi di lavoro oltre che a sostenere le imprese operanti nel settore primario della produzione di prodotti agricoli, favorendone l’acquisto di nuovi macchinari, innovativi, che abbattano le emissioni inquinanti e riducano il rischio di infortuni.

Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto ricomprese, per la parte relativa agli stanziamenti, in 5 Assi di finanziamento:

-Progetti per la riduzione dei rischi tecnopatici

-Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale

-Progetti per la riduzione dei rischi infortunistici

-Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto

-Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività

-Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria

dei prodotti agricoli

Si precisa che i progetti non devono prevedere in alcun caso un ampliamento della sede produttiva, l’acquisto di beni usati, non possono essere presentati da imprese che non hanno dipendenti (non si considerano tali il datore di lavoro e/o i soci).

Ai fini della concessione del finanziamento, i soggetti destinatari dei finanziamenti di cui al bando in questione, a pena di esclusione, dovranno essere assoggettati e in regola con gli obblighi assicurativi e contributivi di cui al Documento unico di regolarità contributiva (DURC).

L’ammontare del finanziamento previsto, sotto forma di fondo perduto, è specificato come segue:

-per gli Assi 1, 2, 3, 4 nella misura del 65% dell’importo delle spese ritenute ammissibili;

–per l’Asse 5 nella misura: 65% per i destinatari del sub Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole); o 80% per i destinatari del sub Asse 5.2 (giovani agricoltori).

L’ammontare del finanziamento è compreso tra un importo minimo di 5.000,00 euro e un importo massimo erogabile pari a 130.000,00 euro. Non è previsto il limite minimo di finanziamento per le imprese che hanno meno di 50 dipendenti che presentino progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.

Le spese ammesse a finanziamento sono quelle direttamente necessarie per la realizzazione del progetto, oltre le spese accessorie, funzionali e le spese tecniche.

Nel caso di acquisto di trattori agricoli o forestali e/o di macchine, anche nel caso di acquisto tramite noleggio con patto d’acquisto, le spese ammissibili per l’acquisto devono essere calcolate, al netto dell’IVA, con riferimento ai preventivi presentati a corredo della domanda e, comunque, nei limiti dell’80% del prezzo di listino di ciascun trattore agricolo o forestale o macchina. Il finanziamento potrà essere riconosciuto solo successivamente al trasferimento della proprietà del bene. Nelle spese considerate ammissibili sono ricomprese l’eventuale caparra, i canoni del noleggio, nonché l’eventuale saldo.

Le domande devono essere presentate in modalità telematica, secondo le seguenti tre fasi successive:

  • accesso alla procedura online di compilazione della domanda (sul sito inail.it)
  • invio della domanda online tramite sportello informatico
  • conferma della domanda online tramite l’invio del modulo di domanda e della documentazione a suo completamento.

Leggi anche...

Sorry - Comments are closed

Advertising

Archivi

0

Your Cart